Le voci di Retesport: pensieri sulla Roma di speaker e opinionisti (23 Febbraio 2021)

RUBRICHE

Ecco il nostro spazio quotidiano nel quale potrete leggere i commenti sul mondo Roma degli speaker e degli opinionisti di Retesport. 

LE VOCI DI RETESPORT 23 Febbraio 2021

GIANLUCA PIACENTINI: "Credo che le strade di Totti e della Roma siano destinate a ricongiungersi. Non me lo immagino tra dieci anni a fare il procuratore, me lo immagino di più con un ruolo in società, un ruolo che gli permetta di sfruttare la sua capacità di riconoscere i talenti e di attirarli con il suo appeal."

MASSIMILIANO MAGNI: "Contro il Braga farei riposare quanti più calciatori possibili. In attacco farei giocare Borja Mayoral, e Dzeko titolare contro il Milan"

CICCIO GRAZIANI: "Fonseca domenica forse ha sbagliato un po' il timing dei cambi, ma contro il Benevento bastava ampiamente la qualità dei calciatori in campo, già dall'inizio, per sbloccare la partita e portare a casa i tre punti. L'allenatore può cambiare tatticamente l'assetto di una squadra, ma poi ciò che determina è l'atteggiamento dei calciatori in campo. Negli ultimi 10 minuti il Benevento ha giocato dentro la propria area di rigore"

STEFANO PICCHERI: "Non era possibile vincere tutte le gare contro le piccole, è accaduto contro il Benevento. Noto in Fonseca una scarsa perspicacia tattica. Rispetto agli allenatori italiani, il lusitano è scolastico nella lettura delle gare. Quando il gioco si va duro, quando c'è da prendersi le responsabilità, giocatori come Mkhitaryan o Pedro dovrebbero prendersi il pallone. A mio modo di vedere la Roma ha dei limiti di personalità, anche in quei calciatori che tecnicamente dovrebbero fare la differenza soprattutto in partite complicate come quella del Vigorito"

CHIARA ZUCCHELLI: "Chi di Totti estrapola solo certe frasi è in malafede. Da Vieri ha fatto un discorso estremamente maturo, sia sulla Roma sia sulla sua agenzia”

GIULIA MIZZONI: “Con il Braga sarà importante non subire gol sopratutto in momenti del match che possono mandare la squadra mentalmente in difficoltà. Detto ciò, la Roma per DNA non è una squadra che si parcheggia davanti alla porta avversaria, quindi immagino rotazioni in vista del Milan, ma senza cambiare l’intenzione”.

PAOLO ASSOGNA: "Fonseca ha lasciato il segno in negativo contro il Benevento. Se tieni Jesus in panchina snaturando due giocatori (Spinazzola e Bruno Peres) fai un errore. Borja Mayoral? Non c’erano spazi, sarebbe servito Dzeko. Mi risulta che Dzeko giocherà con il Braga, poi non so se il bosniaco giocherà anche contro il Milan. Fonseca al momento sembra irremovibile nell’alternanza degli attaccanti: le scorie tra il tecnico e Dzeko sono rimaste, è inevitabile. Nemmeno un pazzo può pensare che Borja Mayoral sia al livello di Edin Dzeko". 

FRANCO PECCENINI: "Fonseca dovrà necessariamente scegliere una formazione di livello contro il Braga, perché in Europa nessuno ti regala nulla. Schiererei Dzeko giovedì, perché Fonseca ha il dovere di recuperare il bosniaco che a sua volta ha necessità di ritrovare brillantezza e minutaggio. Con i movimenti del nove giallorosso, potresti esaltare le qualità in ripartenza di El Shaarawy e Pedro sugli esterni"

FABIO PETRUZZI: "La Roma non deve prendere sotto gamba il Braga, anche perché con il Covid, il fattore campo è stato momentaneamente eliminato. A livello offensivo possono metterti in difficoltà, servirà grande concentrazione. Se fossi Fonseca manderei in campo la miglior formazione. Sceglierei Dzeko giovedì e Mayoral domenica"

CHECCO ODDO CASANO: "Mi aspetto grande concentrazione da parte della Roma per la sfida europea di giovedì, perché nonostante il 2-0 dell'andata non si deve sottovalutare la forza dei lusitani. Schiererei un tridente leggero con Pedro, El Shaarawy e Mayoral, per sfruttare spazi e ripartenze. Totti? Ha fatto considerazioni giuste anche sulla Roma. La presenza di un uomo di campo in società è un aspetto che la nuova proprietà sta valutando. Il fatto che abbia incontrato Tiago Pinto, che era abituato a lavorare in sinergia con un grande ex calciatore come Rui Costa, penso sia propedeutico nel prossimo futuro a ragionare su un suo possibile ritorno, ma non credo nell'immediato"

MAX LEGGERI: "La Roma non deve commettere l'errore di sottovalutare il Braga, pensando in anticipo al Milan. I lusitani verranno qui con grande voglia di ribaltare il match e stanno disputando una grande stagione. Dal punto di vista tattico, sarebbe più appropriato Mayoral dall'inizio contro il Braga e Dzeko contro il Milan, ma Fonseca sembra aver stabilito delle gerarchie diverse. Totti? Lo riporterei di corsa a Trigoria e il ruolo può essere solo uno: direttore tecnico"