Rassegna Stampa rassegna stampa

Pubblicato il gennaio 4th, 2017 | da Redazione

Roma, cercasi centrocampista. Musonda in vantaggio su Jesé. Nuovo infortunio per Vermaelen.

ROMA CON UN BUCO AL CENTRO- Prima della sosta per le festività, soltanto due volte Spalletti si è lasciato sfuggire qualcosa in tema di mercato. La prima il 17 dicembre, dopo il ko con la Juventus: «Ci saranno periodi nei quali giocheremo ogni due giorni. Il centrocampista è il ruolo al quale guardiamo di più». La seconda, tre giorni dopo, durante la vigilia del match col Chievo: «Potremmo prendere un centrocampista, se capita quello giusto lo potremmo prendere. Per il resto ci sentiamo abbastanza tranquilli. Non faremo cose strane». Parole chiare. Lucio ha bisogno almeno di un elemento in più in mediana. Non potrebbe essere altrimenti. Sinora ha dovuto ruotare appena 4 calciatori (De Rossi, Paredes, Strootman e Nainggolan) e arrivare così fino a giugno è dura. Dunque un regista, scrive Il Messaggero (Carina), un metronomo capace di dettare i ritmi. Perché a Trigoria vogliono un palleggiatore i nomi non mancano. Torreira della Sampdoria ad esempio. Un play formato tascabile che a molti ricorda Pizarro anche se per caratteristiche tecniche e fisiche si avvicina maggiormente a Gargano. «La Roma lo sta trattando», ha rivelato l’agente Betancourt che però preme per portarlo al Siviglia. Poi c’è Badelj. Con il contratto in scadenza nel 2018, la Roma ci ha fatto più di un pensiero visto che le trattative per il rinnovo sono ferme e l’addio vicino. Terzo identikit è quello di Sanson del Montpellier anche se sul francese è piombato nelle ultime ore il Marsiglia di Garcia. Tre nomi con un destino in comune: per prenderli bisogna investire almeno 8-9 milioni. O vendere. Due ipotesi che al momento a Trigoria non vengono prese in considerazione. Obiezione lecita: e i 6 milioni di Iago Falque? Quelli sono destinati al riscatto di Bruno Peres a giugno, quando con Skorupski al Torino, la Roma chiuderà i conti con i granata per il brasiliano. il ds Massara dovrà esser bravo a capire e carpire l’occasione giusta. Anche perché Spalletti è pronto a qualsiasi evenienza, anche ad abbassare eventualmente Nainggolan, qualora dovesse arrivare un calciatore con caratteristiche leggermente più offensive. Non dovrebbe servire. Giocatori di passo in mediana se ne trovano. Il sondaggio col Chievo per Castro e le piste Obiang e Grenier del Lione lo dimostrano.

JESE’ E’ IN STAND-BY. IN POLE MUSONDA- Come riporta La Gazzetta dello Sport, alla Roma serve assolutamente un esterno d’attacco e a Trigoria sperano di chiudere un affare entro una settimana. La scelta è tra Jesé, Deulofeu e Musonda, col belga di proprietà del Chelsea favorito «Mio figlio è del Chelsea, un ritorno in prestito in un club belga non è un’opzione percorribile nonostante l’interesse dell’Anderlecht. Conte lo vuole vedere per due settimane. Abbiamo due opzioni: o rimane al Chelsea fino alla fine della stagione o andare in prestito alla Roma». Le alternative restano Jesé e Deulofeu, ma sia il Psg che l’Everton chiedono un prestito oneroso, mentre la Roma vorrebbe concludere affari solamente a titolo gratuito.

MERCATO ROMA, PELLEGRINI, VIA ALL’ASTA. PRELAZIONE ROMA MA OCCHIO AGLI INGLESI- Lorenzo Pellegrini è l’oggetto dei desideri delle big italiane e non solo, scrive La Gazzetta dello Sport. I giallorossi si sono già mossi per farlo tornare a Trigoria sfruttando il diritto di recompra da 11 milioni di euro, ma sul giocatore ci sono gli occhi di diversi club italiani e non solo. Oltre a Juventus, Milan e Inter, arrivano anche sirene inglesi per Pellegrini.

TOTTI, IL PRESENTE E NON LA STORIA: “SI RIPARTE PER UN GRANDE 2017”- «Si riparte forte per un grande 2017! Daje Roma». Questo il messaggio condiviso su Facebook da Francesco Totti, riporta Il Corriere della Sera, un po’ in ombra in questa stagione ma voglioso di riscattarsi. Solo 7 presenze e 2 gol su rigore, numeri su cui hanno influito gli infortuni ma nel 2017 – e lo dimostra il messaggio su Facebook – Francesco vuole dare una sterzata alla stagione. Non solo per il contratto che scade a giugno, ma soprattutto per sentirsi ancora quello che lui vuole essere: un calciatore

NUOVO INFORTUNIO PER VERMAELEN, LA ROMA VUOLE RESTITUIRLO AL BARCA- A ripensare oggi allo scorso agosto, quando dalla Spagna arrivò l’ufficialità del trasferimento di Vermaelen alla Roma, viene da sorridere. Il club catalano fece sapere che tra le condizioni per realizzare l’importante cessione — un anno in prestito a circa 3 milioni, più diritto di riscatto fissato intorno ai 10 — il ragazzo aveva preteso che i giallorossi si impegnassero a fargli giocare tutte le partite (quando disponibile). Dopo cinque mesi nella capitale, la prospettiva si è ribaltata e la Roma sta cercando di capire se ci sono clausole contrattuali, scrive La Repubblica (Ferrazza), legate alle presenze del difensore, per rispedirlo a Barcellona, risparmiando almeno metà ingaggio. Che non sarebbe male, visto che si tratterebbe di un milione e mezzo, da riutilizzare nel mercato in entrata. L’ultima tegola all’interno di una stagione disastrosa dal punto di vista fisico per il giocatore belga, è arrivata ieri: “Vermaelen è stato sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una quota di edema nel muscolo soleo sinistro. Le sue condizioni verranno valutate giorno per giorno”. Un talento vero, un difensore che avrebbe potuto fare la differenza, ma che sembra fatto di cristallo. Solo 4 presenze e 270minuti giocati in serie A, una partita in Europa League (contro l’Astra Giurgiu) e la gara col Porto di qualificazione Champions, interrotta dopo 40 minuti perché espulso. Poi il calvario della pubalgia, dal quale sembrava uscito, per rifermarsi ora, alla vigilia della ripresa del campionato. Valuta le clausole contrattuali, la Roma, mentre si continua a trattare per dare il prima possibile a Spalletti — sempre più impaziente — un attaccante e, possibilmente, anche un centrocampista.

VERMAELEN E MANOLAS OUT. ROMA DIFESA DA CALIBRARE- Fuori Vermaelen, fermato dall’ennesimo infortunio, e con Kostas Manolas ancora non al meglio, Luciano Spalletti è chiamato a inventarsi una difesa in vista della gara di domenica contro il Genoa,riporta sempre La Gazzetta dello Sport. Prenotano un posto da titolare Fazio e Rüdiger, con ai loro fianchi Emerson e Bruno Peres. Uomini contati anche in attacco (El Shaarawy, Dzeko e Perotti, a centrocampo torna Paredes ma alla fine giocheranno De Rossi, Strootman e Nainggolan.

ELSHA E PEROTTI: SFIDA AL PASSATO PER FAR VOLARE LA ROMA- Ritorno al passato per Stephan El Shaarawy e Diego Perotti, che domenica ritrovano sulla loro strada il Genoa. L’ex attaccante del Milan ha giocato nel Genoa dal 2008 al 2010, Perotti ha trascorso invece due stagioni e mezzo in rossoblù prima di passare alla Roma. Saranno loro gli uomini sui quali Luciano Spalletti, scrive La Gazzetta dello Sport, punterà per espugnare Marassi data l’assenza di Salah per la Coppa d’Africa e la cessione di Iturbe al Torino.

FRONGIA E LO STADIO: “SIAMO COMPATTI”– Queste le dichiarazioni dell’assessore Daniele Frongia sullo Stadio della Roma, a riportarele La Gazzetta dello Sport: «C’è un interesse convergente del proponente e di Roma Capitale per realizzarlo. Giunta e consiglieri procedono in maniera compatta. C’è una discussione ma nonuna contrapposizione. Il prossimo incontro sarà la conferenza dei servizi il 12 gennaio. In ogni caso, la posizione verrà formalizzata con atti di giunta e di consiglio. In quell’occasione sicuramente la voce sarà unica. La riduzione delle cubature? È oggetto di discussione».

 

Tags: , , , , , , ,


Bio dell'autore

Redazione



Torna su ↑
  • gol_serie_a






     

    top2 conf