Partite roma sassuolo

Pubblicato il marzo 19th, 2017 | da Redazione

Serie A, Roma-Sassuolo 3-1. Paredes, Salah e Dzeko. I giallorossi rialzano la testa

La Roma è tornata in campo alle 20.45 all’Olimpico contro il Sassuolo per cercare cancellare il primo possibile, la dolorosa eliminazione dall’Europa League di giovedì sera contro il Lione.

Spalletti cambia nuovamente l’undici iniziale: in porta torna Szczesny, difesa tre con Manolas, Fazio e Rüdiger dietro a Paredes e Strootman. Sulle fasce torna la coppia Emerson Palmieri-Bruno Peres. Panchina per Dzeko con Nainggolan ed El Shaarawy dietro a Salah. Di Francesco si affida al classico 4-3-3 con Consigli tra i pali; Letschert, Acerbi, Peluso, Dell’Orco sulla linea difensiva; Pellegrini, Missiroli, Duncan dietro al tridente Berardi, Defrel, Politano.

L’arbitro Di Bello fa partire la gara con i giallorossi subito a trazione anteriore, anche se la prima vera occasione da gol riguarda gli ospiti. Al 4′ Ruediger perde la marcatura di Defrel che a porta semi sguarnita calcia alto il pallone. L’occasione dei neroverdi è solo il trailer che precede il vantaggio per la squadra di Di Francesco. Dopo un’azione corale, al 9′ Berardi serve la sfera dalla sinistra verso Politano, l’ex giallorosso spiazza tutta la difesa della Roma con un velo, il piatto è servito per Defrel che questa volta non sbaglia e trafigge Szczesny con un mancino preciso sotto al sette. La Roma sembra accusare inizialmente il colpo, invece, la squadra capitolina reagisce al 15′ con un destro al fulmicotone di Paredes, staffilata rasoterra di prima intenzione che termina nell’angolino dove Consigli non può arrivare. I giallorossi ritrovano il ritmo e la motivazione, e al 15′ la traversa ferma il sinistro letale di Emerson Palmieri a Consigli ormai battuto. Cinque minuti dopo, il Sassuolo sfiora il nuovo vantaggio con Politano, ma Szczesny ipnotizza l’attaccante e devia miracolosamente la sfera in corner. Pieno equilibrio e molteplici interruzioni nel proseguo della gara fino all’occasione al 40′ di Ruediger che su traversone dalla sinistra di Strootman, non inquadra lo specchio della porta con un colpo di testa che termina di poco alto sopra la traversa. Prima dello scadere della prima frazione, c’è tempo per un’altra doppia nitida occasione per i neroverdi. Prima Szczesny salva i suoi sul tocca ravvicinato di Berardi, il portiere polacco si ripete nel recupero sul sinistro a giro di Politano. Prima di passare per gli spogliatoi, Mohamed Salah sorprende tutti sull’incursione condotta da Fazio ed El Shaarawy finalizzata dall’egiziano attento e scaltro sulla respinta iniziale di Consigli. La prima frazione termina con la Roma in vantaggio sul Sassuolo grazie alle firme di Paredes e Salah che rispondono al vantaggio iniziale di Defrel.

Visto l’improvviso svantaggio, nella ripresa Di Francesco cala la prima carta Lirola al posto di  Letschert. Al 50′, mentre Defrel fallisce l’ennesima opportunità di ritrovare il pareggio, Salah spreca davanti a Consigli, destro troppo largo dopo l’assist in verticale di Strootman. A seguire arriva l’infortunio di Defrel costretto ad uscire al posto di Matri. Spalletti, risponde con l’ingresso di Dzeko al 60′, fuori Bruno Peres. L’attaccante bosniaco si rende subito pericoloso sul corner di Paredes, il colpo di testa termina di un soffio alto sopra la traversa. Il centravanti è in palla, e al 67′, servito da Strootman, controlla la sfera con la coscia e batte Consigli in area di rigore firmando il tris giallorosso e il trentunesimo gol stagionale e a meno uno dal capocannoniere Belotti. Qualche minuto dopo potrebbe raggiungere l’attaccante del Toro nella classifica marcatori, ma Consigli è attento nell’uscita chiudendogli lo specchio della porta. Ad un quarto d’ora dal termine, Spalletti fa rifiatare Salah inserendo Perotti. Con il Sassuolo ormai alle corde, la compagine capitolina pregusta la vittoria già nei minuti finali conditi dal mancato ingresso di Totti o Grenier, lasciando spazio all’affaticato De Rossi.

Di Bello decreta il fischio finale con la Roma che trova i tre punti dopo l’eliminazione in Europa League. Brutto l’impatto dei giallorossi che nel proseguo della gara, sono riusciti a ribaltare la situazione siglando tre reti fondamentali nel mantenere a distanza il Napoli di Sarri.

ROMA-SASSUOLO 3-1 (9′ Defrel, 16′ Paredes, 45’+2 Salah, 68′ Dzeko)

ROMA (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, Fazio, Rüdiger; Bruno Peres (60′ Dzeko), Paredes (87′ De Rossi), Strootman, Emerson Palmieri; Salah (76′ Perotti), Nainggolan; El Shaarawy.
A disp.: Alisson, Lobont, Mario Rui, Vermaelen, Jesus, Gerson, Grenier, Totti.
All. Luciano Spalletti

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Letschert (46′ Lirola), Acerbi, Peluso, Dell’Orco; Pellegrini, Missiroli (69′ Ricci), Duncan; Berardi, Defrel (57′ Matri), Politano.
A disp.: Pomini, Pegolo, Cannavaro, Sensi, Aquilani, Iemmello, Ragusa.
All. Eusebio Di Francesco

Arbitro: Marco Di Bello della sezione di Brindisi

Assistenti: Passeri – Lo Cicero
Quarto Ufficiale: De Pinto
Arbitri Addizionali d’Area: Rizzoli – Ghersini
Note: spettatori 25.447; incasso 772.630,00 euro

Ammoniti: 37′ Letschert (S)

 

 

Dallo Stadio Olimpico di Roma

Andrea Fagnano (@FagnAndre)

Tags: , , , , ,


Bio dell'autore

Redazione



Torna su ↑
  • gol_serie_a






     

    top2 conf